Cobá

Archeologia Maya > Top 10

Si trova nella porzione orientale del paese attuale di Cobá. Municipio di Tulum. Quintana Roo

Descrizione

Una delle maggiori metropoli del Mondo Maya

Quando il viaggiatore arriva alla cima della piramide Nohoch Mul, che domina la selva, dai sui 42 metri di altezza, a Cobá, scatena una pioggia continua, e si perdono i punti cardinali. Il viaggiatore sta contemplando la antica città maya di Cobá, circondata da 5 laghi, che nel suo apogeo è arrivata ad avere 50,000 abitanti.

Il suo nome si traduce come “acqua con muschio” o “ umidità dell’acqua”, anche se ci sono autori che suggeriscono che significa “acqua torbida”, per la vicinanza a piccoli laghi con un colore abbastanza torbido. Altri ricercatori della lingua maya antica, pongono altre traduzioni, tra le quali “acqua della chachalaca”, “dente dituza”, che deriverebbero dalle parole maya o “acqua abbondante”.

+Visualizza il testo intero

Il giacimento archeologico maya di Cobá è situato a 90 km all’est di Chichén Itzá e a 40 a nord-ovest di Tulúm , ha una estensione di poco più di 70 km quadrati e una rete di 45 commini (sacbeob) che comunicano i diversi complessi del sito e con altre comunità minori, che sicuramente dipendevano dal suo dominio.

Cobá fiorì nel periodo Classico quando è arrivata a dominare una amplia parte della regione. Tra il 200 e 800 d.C. Cobá è stata una delle maggiori metropoli del mondo maya, fino a che il suo grande rivale, Chicén Itzá, estese il suo dominio.

Le prime descrizioni del sito archeologico si devono ai famosi viaggiatori John Lloyd Stephens e Frederick Catherwood. Nel 1881 Teobert Maler fece la prima fotografia che si conosca di Cobá.

La maggior parte della cittàè stata costruita con una architettura monumentale stile Petén corrispondente al periodo Classico, e nello stile costa orientale, appartenente al periodo post-Classico della penisola del Yucatan.

L’insediamento è formato da più di 6,500 strutture, però l’area scavata è molto piccola. Si visitano tre grandi gruppi di edifici. Del gruppo di Cobá, al lato dell’entrata del sito, risalta una piramide conosciuta nel posto come “La Chiesa”, quella che gli abitanti del posto considerano un santuario, un edificio di quasi 25 m di altezza, appartenente al periodo Classico.

Il cammino o sacbé 9, il più largo del sito, conduce al gruppo di Macanxoc, di carattere religioso, dove possono visitare una collezione di 8 lapidi scolpite, con altari e santuari.

L’altro gruppo importante di costruzioni si trova a quasi due chilometri a nord, dove si trova uno degli edifici più alti della zona maya, il chiamato Nohoch Mul, che con i suoi 42 m di altezza domina e sovrasta il paesaggio yucatano. La ascesa alla cima offre una indimenticabile vista della giungla.

Al sud-est del Nohoch Mul, s’incontra il Gruppo delle Pitture, un insieme di edifici costruiti durante il post-Classico. Il suo nome si deve ai frammenti di pitture murali che si conservano all’interno del piccolo templio principale del gruppo, che anche se di dimensioni modeste, è importante perché è la costruzione piùgiovane di Cobá, edificata con blocchi e materiali da costruzione di edifici più antichi.

Senza dubbio Cobá si caratterizza per la sua magnifica rete viale. Tra l’anno 200 e il 600d.C. definì lo sviluppo di spazi agricoli e idrici, così come il tracciato di percorsi di scambio interregionali, che probabilmente avrebbero incluso il controllo di qualche porto importante, come quello di Xel Ha.

Da Cobá partiva uno dei sacbé più importanti: con 100 km, arrivava a Yaxuná, a corta distanza di Chichén Itzá. Questi cammini bianchi erano stuccati, non erano semplici percorsi e costruiti su muro di contenimento, in alcuni posti raggiungevano i 20 m di largo e 6 di alto. I 35 cammini che si sono registrati in questa zona, provano che Cobá manteneva stretti contatti con le grandi città di Guatemala e il sud di Campeche e Quintana Roo, come Tikal, Dzibanché, Kohunlich, Muyil, Oxtankah, Tankah, Xel-Há o Calakmul, arrivando a tenere rapporti con il centro Messico e la metropoli di Teotihuacán, come accredita una piattaforma del Grupo Pinturas, documentata a principi del 1999.

Dopo il VII sec., il rafforzamento delle cittàdel Puuc yucatano, così come la successiva apparizione di Chichén Itzá nel panorama socio-politico della penisola, significarono il principio della decadenza di Cobá. A partire dell’anno 900 o 1000, Cobá deciseaffrontare Chichén Itzá per determinare quale sarebbe stata la città egemone e dopo la perdita della enclave di Yaxuná, deve assumere il ruolo di suddito alla nuova potenza dominante della regione.

Dopo l’anno 1000, Cobá perse importanza politica, anche se sembrava conservare l’importanza simbolica y rituale, quello che le permise di recuperare una certa posizione, tra gli anni 1200 e 1500, quando si costruirono diversi edifici nello stile CostaOriental. Quando ci fu la conquista spagnola, Cobá si trovava totalmente disabitata.

Tariffe

57 pesos

Orario

Dal lunedì alla domenica dalle 8:00 alle 17:00

Come arrivare

Partendo dalla città di Cancun, si accede al sito attraverso la strada federale 307 Cancún-Chetumal, e ad arrivare al paese di Tulum (128 km a sud di Cancún), si prende la strada di 47km che conduce alla zona archeologica di Cobá

Consigli

Calzature

Metti scarpe comode, da ginnastica, che ti permettano di camminare e accedere facilmente a tutte le aree del sito.

Il tempo

Prima di arrivare, informati sulle le condizioni metereologiche e scegli il miglior periodo cliccando qui

Rispetta

Ricorda l’importanza di rispettare, mantieni pulito e in buone condizioni i luoghi che stai visitando.

Cartina

mapa